Altri vini di San Gimignano

Il territorio di San Gimignano vanta la produzione di diversi vini a Denominazione di Origine Controllata e a Denominazione di Origine Controllata e Garantita con una vasta scelta di tipologie: rosso, novello, rosso riserva, rosato, Vin Santo e Vin Santo Occhio di Pernice, oltre alle specificazioni rosso e rosato Sangiovese (quest'ultima riconosciuta solo nell'agosto del 1996).

La zona di produzione è molto vocata alla vitivinicoltura sia per le sue caratteristiche geologiche sia per la professionalità dei viticoltori. Attenzione particolare viene riservata all'aspetto ecologico ed ambientale: risultano molto numerosi i viticoltori che aderiscono ai programmi di lotta guidata ed integrata avendo per obiettivo il rispetto dell'ambiente e la salubrità dei prodotti.

Il settore vitivinicolo rappresenta per il comune di San Gimignano l'attività economica più importante sia per la produttività che per l'occupazione. Alla produzione del vino sono inoltre legati aspetti storici e culturali che contribuiscono a renderla una tra le più pregiate della Regione Toscana: di questi vini si hanno ricordi molto antichi (i contadini del posto chiamavano il vino rosso prodotto "Vino Nero"), senza parlare del Vin Santo così denominato da tempi immemorabili.

Anche il settore turistico beneficia di questo tipo di attività, in quanto l'enogastronomia rappresenta ad oggi un'importante attrattiva; l'esperienza turistica non è completa senza almeno una degustazione di vini a San Gimignano (Siena) o in Toscana.

 

Zona di produzione

I vini DOC e DOCG di San Gimignano (Siena) devono essere prodotti dalle uve provenienti dai vigneti situati esclusivamente all'interno del Comune, nelle zone collinari di buon esposizione e con altimetria superiore ai 500mt sul livello del mare.

 

I Vitigni

Le tipologie rosso, novello e rosso riserva sono ottenute da Sangiovese (minimo 50%) ed altri vitigni a bacca rossa fino ad un massimo del 50%; è prevista anche la specificazione Sangiovese qualora il vitigno omonimo rappresenti almeno l'85% della base ampelografica.

La tipologia rosato si ottiene da: Sangiovese (minimo 60%), Canaiolo Nero (fino ad un massimo del 20%), Trebbiamo toscano, Malvasia del Chianti e Vernaccia di San Gimignano (fino ad un massimo del 15%), più altri vitigni a bacca rossa per un massimo del 15%; anche per il rosato è prevista la specificazione Sangiovese.

Il Vin Santo si ottiene da uve di Malvasia del Chianti (fino ad un massimo del 50%), Trebbiano toscano (minimo 30%), Vernaccia di San Gimignano (massimo 20%) e altri vitigni fino a un massimo del 10%. Il Vin Santo Occhio di Pernice è a base di Sangiovese (dal 70 al 100%), con l'eventuale aggiunta di altri vitigni a bacca rossa.

Le produzione massime di uva per ettaro non devono superare i 100 quintali per tutte le tipologie.

 

Caratteristiche organolettiche

San Gimignano Rosso: colore rosso rubino più o meno intenso, tendente al granato con l'invecchiamento; odore vinoso, delicato; sapore asciutto, armonico, di buon corpo, giustamente tannico; titolo alcolometrico 11.5° (12° per la riserva).

San Gimignano Novello: colore rosso rubino chiaro con riflessi violacei; odore vinoso, fruttato, intenso; sapore morbido, vellulato, sapido; 11°.

San Gimignano Rosato: colore rosato più o meno intenso con riflessi rubino; odore vinoso, fruttato, delicato di uva appena pigiata; sapore delicato armonico, vellutato; 10.5°.

San Gimignano Vin Santo: colore dal dorato all'ambrato più o meno intenso; odore etereo, intenso, delicato, caratteristico; sapore dal secco all'amabile, pieno, morbido, persistente; 16.5°.

San Gimignano Vin Santo Occhio di Pernice: Colore da rosa intenso a rosa pallido; odore intenso; sapore dolce, morbido, vellutato, rotondo; 16°.

 

Gastronomia

I vini rossi si accompagnano ottimamente a carni rosse, arrosti, cacciagione e formaggi stagionati; ottimi gli affettati con il rosato; torte e pasticceria per le varie tipologie di Vin Santo.

 

Fonte

"Vini di Toscana: Caratteristiche delle DOCG e DOC della Toscana" a cura della Biblioteca della Giunta regionale toscana, 1999- Vedi anche Consorzio Denominazione San Gimignano